Valpolicella img

Regolamento

Regolamento per il funzionamento dell'Osservatorio locale per il paesaggio della Valpolicella, aderente alla Rete regionale degli osservatori per il paesaggio (DGR n. 118 dell'11 febbraio 2013).

Art. 1 - Oggetto
Oggetto del Regolamento è la disciplina dell’organizzazione e del funzionamento dell’Osservatorio locale per il paesaggio della Valpolicella (di seguito “Osservatorio”).
All’Osservatorio aderiscono i Comuni di Negrar, Marano, Fumane, San Pietro in Cariano e Pescantina, i cui territori appartengono alla Valpolicella storica.
Il presente Regolamento costituisce attuazione della delibera di Giunta regionale del Veneto n. 118 del 11 febbraio 2013 e del “Protocollo d’intesa” per l’adesione dell’Osservatorio alla “Rete regionale degli Osservatori per il paesaggio”, sottoscritto dalla Regione del Veneto e dal Comune di Fumane in data (data e luogo della sottoscrizione).
Il presente Regolamento è stato approvato dal Comitato scientifico dell’Osservatorio regionale nella seduta del 2 dicembre 2015.

Art. 2 - Sede
L’Osservatorio ha sede presso il Municipio di Fumane, via Roma n. 2, in idonei locali messi a disposizione a titolo gratuito dal Comune di Fumane.
Il servizio di segreteria dell’Osservatorio è assicurato dal Comune di Fumane, con l’assistenza tecnica del Centro di Documentazione per la Storia della Valpolicella.

Art. 3 - Durata
L’adesione alla “Rete regionale degli osservatori per il paesaggio” ha durata biennale e può essere riconfermata con la procedura prevista dall’art. 7 del Protocollo d’intesa.

Art. 4 - Organi dell’Osservatorio
L’Osservatorio si avvale per il proprio funzionamento dei seguenti organi:
- L’Assemblea degli Aderenti;
- il Comitato di Gestione;
- il Presidente;
- il Direttore.

Art. 5 – Assemblea degli Aderenti
L’Assemblea degli Aderenti è composta dai Sindaci dei Comuni aderenti o da un loro rappresentante, oltreché dai membri del Comitato di Gestione e dagli invitati permanenti, oltre a un rappresentante del Consorzio tutela vini Valpolicella.
I Sindaci dei Comuni aderenti propongono ad associazioni aventi sede nel territorio della Valpolicella storica di indicare uno o più rappresentanti per l’Assemblea.
L’Assemblea degli Aderenti è convocata dal Presidente dell’Osservatorio almeno una volta all’anno e ogni qual volta ne faranno richiesta la maggioranza o almeno due rappresentanti dei Comuni aderenti.

Art. 6 – Competenze dell’Assemblea degli Aderenti
L’Assemblea degli Aderenti ha il compito di:
- formulare indicazioni su temi di ricerca e di approfondimento sul paesaggio della Valpolicella e la sua storia, che verranno poi valutate dal Comitato di Gestione all’interno dell’attuazione del programma;
- di condividere tra gli enti che hanno aderito all’Osservatorio le informazioni sullo stato dei progetti in corso.

Art. 7 - Il Comitato di gestione
 Il Comitato di gestione è un organismo tecnico-scientifico composto dai seguenti soggetti:
- il Sindaco del Comune di Fumane o un suo Delegato col ruolo di Presidente. Allo scadere del biennio di attività il ruolo di Presidente per il biennio successivo viene indicato dai Sindaci dei Comuni aderenti;
- il Presidente del Centro di Documentazione per la Storia della Valpolicella o un suo delegato;
- due persone indicate dal Centro di Documentazione per la Storia della Valpolicella dotate di specifiche competenze nel campo della storia del paesaggio e nominate dal Presidente;
- un rappresentante unico per i Sindaci dei Comuni aderenti.
Invitato permanente è un Osservatore del Dipartimento Culture e Civiltà dell’Università di Verona , indicato dal Direttore dello stesso dipartimento e nominato dal Presidente.
Il Comitato di Gestione dura in carica per l’intero periodo di attività dell’Osservatorio; alla scadenza i suoi componenti possono essere riconfermati.
Partecipano alle riunioni del Comitato di Gestione, senza diritto di voto, il Direttore, nonché altri soggetti proposti dal Presidente o da almeno due componenti del Comitato, in base alle necessità individuate di volta in volta rispetto agli argomenti da trattare.

Art. 8 - Convocazione e deliberazioni del Comitato di gestione
Il Comitato di gestione è convocato dal Presidente ogni qualvolta si renda necessario e comunque almeno una volta ogni sei mesi o nel caso lo richiedano almeno due terzi dei componenti.
Il Comitato di gestione è convocato con avviso contenente il giorno, il luogo e l'ora dell'adunanza e l'ordine del giorno, da spedirsi mediante posta elettronica od altro mezzo ritenuto idoneo. La convocazione dovrà pervenire agli interessati almeno cinque giorni prima dell'adunanza e, nei casi di urgenza, almeno due giorni prima della medesima.
Per la validità delle sedute del Comitato di gestione è necessaria la presenza di almeno la metà dei componenti.
Le relative deliberazioni sono adottate a maggioranza semplice dei presenti. A parità di voti prevale quello del Presidente.
Il Presidente nomina il Segretario che, nell’ambito delle direttive impartite dallo stesso, ha compiti di verbalizzazione delle deliberazioni assunte, anche avvalendosi delle strutture, dei mezzi e del personale messi a disposizione dai componenti.

Art. 9 - Competenze del Comitato di gestione
Il Comitato di gestione, in coerenza con il Protocollo d’intesa richiamato al precedente art. 1, assume ogni iniziativa utile allo svolgimento delle attività dell’osservatorio ed in particolare:
- nomina il Direttore;
- approva il Programma biennale delle attività ed eventuali modifiche al Regolamento, da trasmettere all’Osservatorio regionale per il paesaggio;
- individua gli interventi da avviare anche attraverso finanziamento sui fondi regionali, statali ed europei;
- approva la Sintesi annuale delle attività svolte;
- approva la Relazione biennale prevista dall’art. 7 del Protocollo d’intesa;
- garantisce la partecipazione della popolazione alle attività dell’osservatorio, in particolare nella fase di programmazione delle attività e valutazione dei risultati.

Art. 10 - Competenze del Presidente
Il Presidente rappresenta l’Osservatorio e assicura il corretto funzionamento dello stesso, nonché il suo raccordo con l’Osservatorio regionale per il paesaggio, con gli enti, con le istituzioni e i soggetti rappresentativi del territorio.

Art. 11 - Competenze del Direttore
Il Direttore dovrà possedere le necessarie competenze tecniche ed esperienze professionali, tali da poter assumere la responsabilità operativa delle attività svolte dall’Osservatorio; potrà avvalersi del supporto scientifico e della collaborazione di esperti.
Il Direttore garantisce il funzionamento delle attività dell’Osservatorio e provvede all’attuazione del programma e ogni altra determinazione del Comitato di Gestione.
Il Direttore predispone la Sintesi annuale delle attività svolte e la Relazione generale sulle attività biennali svolte e sui risultati raggiunti.
Il Direttore può rappresentare, su delega del Presidente, l’Osservatorio in tutte le sedi, comprese quelle istituzionali.

Art. 12 - Oneri economici e gestione finanziaria.
Nel caso in cui l’Osservatorio non sia costituito come soggetto giuridico, si individua nel Comune di Fumane (VR), con sede in via Roma n. 2, il soggetto con il compito di assicurare la corretta gestione economica/amministrativa dell’Osservatorio e di riferire in merito al Comitato di Gestione.
All’Osservatorio possono dare il loro sostegno con contribuzioni enti pubblici, organismi economici, istituti di credito, aziende e privati, che condividono gli scopi dell’Osservatorio.

Art. 13 - Rinvio
Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente regolamento si rinvia al Protocollo d’intesa.

 

Consulenza scientifica

Centro di Documentazione
per la Storia della Valpolicella

Il sito dell'Osseravatorio è stato realizzato con il contributo di

       

 

 

 

Osservatorio per il paesaggio della Valpolicella
V.le Roma, 2 - 37022 FUMANE
info@osservatoriovalpolicella.it
Policy Privacy